Come riconoscere le false chiamate o le false mail da Google?

Proprio come capita per Facebook, sono altrettanti i clienti che ultimamente ci segnalano tentativi di truffa da parte di finte agenzie che si spacciano per Google. Questi tentativi vengono perpetrati sia tramite chiamata telefonica che attraverso mail e, per quanto ben mascherati, possono essere identificabili e riconoscibili.

False Chiamate da Google 

È  sufficiente avere una scheda Google My Business , il tool Google che ti permette di farti trovare da clienti ed utenti, per ricevere chiamate da chi, invece, vuole provare a vendere servizi normalmente gratuiti spacciandosi per il colosso californiano. Partendo dal presupposto che i servizi Google non sono mai a pagamento (eccezion fatta per quelli pubblicitari come AdWords) diffidate sempre da chiunque voglia vendervi dei tool.

Va poi tenuto in considerazione il fatto che Google non ti chiamerà mai per avvisarti che “Gli orari inseriti sulla tua scheda non sono aggiornati, se vuoi lo possiamo fare noi per te“. Le schede sono milioni di milioni in tutto il mondo e per quanto Google sia customer oriented, non ha dipendenti che controllano quotidianamente se le informazioni che tu hai inserito sono corrette o forse no.

In caso si trattasse di chiamate registrate, oltre a sentirvi liberi di riagganciare subito il telefono. E non fatevi assolutamente trarre in inganno dalla richiesta di premere tale tasto per procedere, anche se viene spacciato come mezzo per farsi rimuovere dalla lista delle persone da chiamare, perchè potrebbe essere proprio il contrario!

Per segnalare le chiamate sospette, potete avvalervi di questo modulo messo a disposizione proprio da Google, quello vero  😉

False Mail da Google

Può capitare di ricevere mail travestite da addetti Google che, in realtà, possono rivelarsi dei tentativi di phishing (non sai cosa vuol dire phishing? Leggi l’approfondimento). Nella maggior parte di queste mail fuffa, infatti, viene richiesto di inserire informazioni personali quali password, PIN vari, numeri di carte di credito…: sappiate che Google, così come tutti gli altri big del web, non chiedono mai di lasciare queste informazioni tramite mail.

Segnalare le mail sospette è quindi fondamentale per aiutare Google a sventare i malintenzionati. Per farlo, ti basta seguire questi semplici accorgimenti:

  1. Vai su Gmail da un computer.
  2. Apri il messaggio.
  3. Accanto a Rispondi Rispondi, fai clic su Altro Altro.
    Nota: se utilizzi la versione classica di Gmail, fai clic sulla freccia giù Freccia giù.
  4. Fai clic su Segnala phishing.

E, come al solito, in caso di mail sospette non cliccare mai sui link proposti all’interno del testo o dell’oggetto.

Qui trovate qualche link utile di approfondimento:
CHIAMATE
MAIL

Per qualsiasi dubbio, non esitate a contattarci
📧 marketing@etinet.it
📱 0172370104

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *