Perché dovresti avere un sito HTTPS.

Chrome ha comunicato che, da gennaio 2017, i siti HTTP contenenti password o form per carte di credito saranno etichettati come non sicuri e penalizzati nei risultati di ricerca di Google.

Saranno premiati, invece, tutti i siti che adotteranno il protocollo HTTPS, garante di connessioni sicure.

Le pagine HTTPS sono già contrassegnate da Chrome con l’icona di un lucchetto verde nella barra degli indirizzi e assicurano all’utente la sicurezza e la segretezza dei dati grazie ai certificati SSL.perchè-dovrei-avere-un-sito-https

I certificati digitali SSL sono infatti dei protocolli che permettonodi criptare i dati inviati dal server al browser, impedendo a malintenzionati di intercettare il contenuto della comunicazione.

L’HTTPS garantisce non solo la crittografia dei dati, ma anche l’identificazione del sito che sto visitando come sicuro e veritiero, senza incorrere nel pericolo di phishing.

Chrome ha annunciato che questo processo sarà graduale e acquisirà criteri sempre più rigorosi, andando a marchiare mano a mano non solo i siti di e-commerce, ma qualsiasi pagina HTTP.

Queste ultime saranno etichettate con un’icona raffigurante un triangolo rosso per evidenziare la mancanza di sicurezza.

Variare il nostro sito da HTTP a HTTPS diventa quindi fondamentale per renderci affidabili agli occhi degli utenti, per garantire la sicurezza delle comunicazioni e per non essere penalizzati nel ranking di Google!

Il nostro team è a disposizione per darti tutti le informazioni al riguardo!

Contattaci al numero 0172 370104 o scrivi a marketing@etinet.it

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *