Apple a Napoli: cos’hanno in comune la pizza e la mela morsicata?

Parlando di apple siamo abituati a pensare alla Silicon Valley, alla Bay Area o comunque alla costa est degli Stati Uniti.

Tra qualche tempo potremmo guardare un po’ più vicino a noi, cioè a Napoli.

Apple ha infatti deciso di investire in Italia. E non A Milano, a Roma o in altre città del Nord. Ma proprio a Napoli.

Si dice che a influenzare Tim Cook nella decisione sia stato un discorso del premier Renzi, che ha parlato dell’Italia come di uno stato diviso da una linea invisibile, che separa il nord dal sud in termini di sviluppo e di prospettive future.

Apple ha allora scelto come fulcro proprio un luogo simbolico come Napoli, emblema di quel divario preoccupante.

 

Si parla di App

A Napoli nascerà il Centro di Sviluppo di App di iOS d’Europa. Si tratterà di una vera e propria scuola di formazione di sviluppatori, composta da circa 600 persone.

La struttura di Napoli sarà la seconda al mondo, dopo quella brasiliana ed a cui ne seguirà un’altra in Indonesia.

Secondo Tim Cook l’Europa è la patria di alcuni degli sviluppatori più creativi ed innovativi al mondo.

Questo, unito alla diffusione dell’utilizzo del Mobile e delle App, può farci capire la portata di questo investimento.

 

L’App Economy

Possiamo chiamare così il business delle App. Si tratta di un settore in cui i posti di lavoro crescono molto rapidamente. Solo la Apple ha creato circa 80mila posti di lavoro, 75 mila dei quali legati alle applicazioni per smartphone e tablet.

Se volete approfondire le tendenze dell’App economy cliccate qui!

Intanto, siete pronti per la pizza a forma di mela morsicata?

pizza logo apple

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *