INBOUND MARKETING: saranno i clienti a trovarti

Con il termine di inbound marketing  si indica una modalità di marketing incentrata sull’essere trovati da possibili clienti, concentrandosi sulla creazione di contenuti educativi che possono essere d’interesse al potenziale utente tanto da attirarlo nel tuo sito web.

L’approccio all’inbound marketing si basa su due concetti:

  1. Contenuti: Creare contenuti online (pagine web, blog post, post sui social) ottimizzati per la ricerca da parte dell’utente e l’uso dei social media per avere maggiore visibilità.
  2. Contesto: Capire quali sono i contenuti che possono attirare maggiormente i visitatori e, una volta scoperti, si potrà studiare una strategia personalizzata con messaggi e promozioni che verranno poi condivise attraverso il sito web, il blog ed i canali social.

All’interno del marketing ci sono 4 fasi e per ognuna di queste ci sono diverse strategie e strumenti da gestire per trovare nuovi clienti.

  1. ATTRACT: Attirare traffico al sito:

attract

Non ci interessa generare qualsiasi genere di traffico nel nostro sito, ma quello giusto per i nostri prodotti/servizi. Vogliamo, infatti, che i visitatori rimangano colpiti dai nostri prodotti, per poi diventare dei fedeli clienti.
Chi sono, dunque, i visitatori migliori per il nostro sito? Per capirlo dobbiamo definire il profilo del nostro acquirente ideale, con le criticità che potrebbe avere, le cose che potrebbero interessarlo ed attirarlo maggiormente.
In questa fase è necessario ricercare le giuste keywords, curare in seguito il blog e, una volta creato il tutto, gli articoli potrebbero essere condivisi sui social in modo da aumentare il numero di visitatori sul nostro sito.

 

2. CONVERT: converti i visitors in leads:

convertUna volta che i visitatori sono arrivati sul nostro sito, il passo successivo è acquisire i dati di contatto.
Per convincere il visitatore a fornirci i loro dati, dovremmo offrirgli qualcosa che potrebbe interessargli.
Come minimo, avremmo bisogno di farci lasciare il nome e l’email. Infatti, quanti più dati dei contatti si riescono a raccogliere, tanto più potremo conoscerli e quindi coinvolgerli con i contenuti giusti per loro.

 

  1. CLOSE: concludi e trasforma la LEAD in CLIENTE

close

 

A questo punto conosciamo tutte le informazioni della nostra lead e non ci rimane che creare contenuti mirati per loro.
Possiamo stabilire con loro un rapporto tale che ci permetta di non essere dimenticati e di dimostrare che vale la pena fare affari con noi.

Un esempio? Inviare una mail il giorno del compleanno dei nostri clienti offrendo loro uno sconto per l’acquisto dei nostri prodotti.

 

 

 

 4. DELIGHT: delizia il tuo cliente

delight

 

Non dobbiamo dimenticarci dei clienti che hanno scelto la nostra azienda.
Dovremo comunque dare importanza alla parte social monitorando le conversazioni e  le interazioni sui nostri account.
L’Inbound Marketing, infatti, continua anche con loro, nel coinvolgerli, nel deliziarli e possibilmente nel farci aiutare dalla loro soddisfazione per diventare buoni promotori dei nostri prodotti/servizi.

 

 

 

Grazie a questi semplici accorgimenti sarai in grado di portare sul tuo sito (e quindi sul tuo prodotto o servizio) nuovi clienti da fidelizzare!

Desiderate avere un consiglio su come impostare l’inbound marketing per la vostra azienda?
I nostri consulenti marketing sono disponibili per una consulenza.
📧 marketing@etinet.it
📞 0172 2370104

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *